Advertisement

Finita l’avventura sulla panchina rossonera in quell’incredibile serata a Reggio Emilia contro il Sassuolo , Massimiliano Allegri è pronto ad una nuova sfida. Il direttore generale del Tottenham Franco Baldini ha scelto il tecnico livornese per la panchina degli Spurs, convinto che l’ex allenatore di Cagliari e Milan sia la persona giusta per rilanciare la squadra londinese. Il dg stima molto Allegri, tant’è che da dirigente della Roma lo avrebbe voluto sulla panchina giallorossa.
Il Tottenham nella prossima stagione è così intenzionato a partite con un nuovo progetto tecnico che faccia tornare sotto le luci della ribalta il club. Dopo quattro stagioni con Redknapp, capace di riportare dopo 48 anni gli Spurs in Coppa dei Campioni e proseguire il cammino fino ai quarti di finale eliminando il Milan agli ottavi, serviva una guida tecnica affidabile e che portasse entusiasmo a White Hart Lane. Fallito il tentativo con il portoghese Villas Boas, esonerato dopo la roboante sconfitta casalinga per 0-5 contro il Liverpool, ora la rivoluzione parte da Allegri, chiamato a sostituire il traghettatore Tim Sherwood (per cinque stagioni allenatore in seconda del Tottenham).

L’accordo tra le due parti sembra già essere stato raggiunto e nelle ultime settimane Allegri è stato più volte in Inghilterra per tastare l’ambiente e prendere confidenza con la lingua. Il tecnico toscano porterà con sé tutto il suo staff e, dalle ultime indiscrezioni, sembra potrebbe seguirlo Mauro Tassotti (al Milan dal 1980) nel ruolo di vice, ricomponendo così la coppia sedutasi sulla panchina del Diavolo per quasi quattro stagioni.
Migra così un altro allenatore italiano in Premier League, voglioso di emulare i successi di Mancini, Di Matteo e Ancelotti. Buona fortuna Max!