Ammann
Advertisement

Inizio di 2015 difficile per Simon Ammann, il campione svizzero di salto con gli sci. Ammann, capace di vincere in carriera ben 4 ori olimpici e 1 Mondiale oltre ad 1 Campionato Mondiale di Volo e 1 Coppa del Mondo, era stato protagonista di una caduta impressionante il 6 gennaio durante la seconda serie della gara di Bischofshofen in Austria, sbattendo violentemente la faccia sulla neve dopo uno spettacolare volo di 136 metri. Nel video che segue, il terribile impatto che in un primo momento aveva fatto pensare al peggio.

Per fortuna, le conseguenze sono state meno gravi del previsto. L’atleta del Canton San Gallo ha inizialmente perso conoscenza, e la maschera di sangue sul suo volto ha turbato non poco tifosi e addetti ai lavori. Dopo il pronto intervento per prestargli le prime cure, già all’arrivo dell’ambulanza Ammann è riuscito a muovere gli arti e questo ha fatto tirare un grande sospiro di sollievo. Ricoverato nella vicina clinica di Schwarzbach, i medici hanno constatato con stupore che il campione elvetico ha subito solo una commozione cerebrale, oltre alle inevitabili abrasioni. Poteva andare decisamente peggio e Ammann, dopo 4 giorni di osservazione, è stato dimesso e ha rilasciato a Swiss Ski le prime dichiarazioni dopo la caduta: “Va meglio e sono molto contento di poter andare a casa. Voglio ringraziare tutto lo staff dell’ospedale e tutte le persone che mi sono state vicine nell’ultima settimana“.

Ma quando potrà a gareggiare il saltatore svizzero? Difficile azzardare una data di rientro, come spiega il medico della squadra svizzera Walter Frey: “Simon necessita ancora di molto riposo e a casa deve pensare solo a recuperare dalla commozione cerebrale. Non è ancora chiaro quando potrà ricominciare gli allenamenti“. Manca più di un mese ai Mondiali di Falun in Svezia, e siamo certi che Ammann farà di tutto pur di non mancare all’appuntamento più importante della stagione.