Il 19 Marzo del 1976, nasce a Roma nel quartiere Cinecittà, uno di quei campioni che il calcio non potrà mai dimenticare. Stiamo parlando di Alessandro Nesta, storico capitano e bandiera della Lazio, grande giocatore nel Milan stellare degli anni 2000, dove approdò in seguito a vicissitudini finanziarie del club capitolino, di cui era tifoso fin da bambino. Nesta non avrebbe mai voluto lasciare Roma, ma fu quasi costretto, e non ebbe possibilità di scegliere. Ai successi ottenuti con la Lazio, tra cui uno Scudetto, due Coppe Italia, due Supercoppe italiane, una Supercoppa UEFA ed una Coppa delle Coppe, si aggiungeranno negli anni trascorsi al Milan, una Coppa Italia, due Supercoppe italiane e due scudetti ma soprattutto due Champions League, oltre a due supercoppe UEFA e ad una Coppa Intercontinentale. Con la Nazionale non andò di sicuro peggio, infatti dopo aver sfiorato la vittoria dell’Europeo ad Olanda 2000, nel 2006 si laurea Campione del Mondo. Ecco alcuni degli scatti più significativi della sua carriera.

Gli esordi con la maglia della Lazio, squadra di cui era tifoso fin da bambino, e in cui aveva fatto tutta la trafila delle giovanili. Nella foto a destra è in compagnia di Marco Di Vaio, amico storico di Nesta.

Nesta alza al cielo la Supercoppa europea, vinta contro i vincitori della Coppa Campioni del Manchester United, soprannominati gli invincibili. La partita si disputò a Montecarlo, e la Lazio vinse per 1-0 grazie ad un goal di Salas.

1999 UEFA Super Cup Final. Monaco. 27th August, 1999. Lazio 1 v Manchester United 0. Lazio captain Alessandro Nesta holds aloft the Super Cup trophy as the rest of the team celebrate their win.

Nesta festeggia la vittoria dello Scudetto con la Lazio insieme a Favalli. Fu una vittoria storica e intensa, ai danni della Juventus, che si fece recuperare 9 punti in meno di due mesi.

4

Il 13 fu il numero di maglia di una vita per Alessandro Nesta.

NESTA  ALESSANDRO

La vittoria della Champions League nel 2002/2003, alla prima stagione al Milan, ancora ai danni della Juventus. I rossoneri vinsero ai rigori e Nesta segnò anche uno dei rigori vincenti.

6

La vittoria della Coppa del Mondo con la Nazionale italiana nel 2006, sotto il cielo azzurro di Berlino, è sicuramente una delle tappe più importanti della carriera di Alessandro Nesta.

Nel 2006/2007, dopo un intervento alla spalla che lo tenne fuori per un bel po’, Nesta conquista la sua seconda Champions League, battendo in finale ad Atene il Liverpool.

9

Nesta esulta dopo il goal del momentaneo 2-1 segnato al Boca Juniors nella finale della Coppa del Mondo per club, vinta dal Milan per 4-2.

Italian club AC Milan's players celebrate their victory over Argentine club Boca Juniors at the FIFA Club World Cup Japan 2007 final soccer match in Yokohama

L’emozionante addio al Milan dopo 10 anni, ma non al calcio giocato, nella splendida cornice di San Siro.

11

La stagione 2012/2013 in Canada di Nesta, con la maglia del Montreal Impact, al termine della quale annuncerà il suo ritiro dal calcio giocato.

Il 26 novembre 2014 viene ingaggiato dal Chennaiyin, club militante in Indian Super League allenato dall’ex compagno di Nazionale Marco Materazzi, facendo così ritorno al calcio giocato. Disputerà però solamente 3 partite.

L’emozionante ritorno all’Olimpico di Alessandro Nesta, in occasione del festeggiamento dei 40 anni del primo scudetto della Lazio nel 1974. L’evento che venne soprannominato “Di padre in figlio”, fu un’occasione per Nesta per riabbracciare il popolo che lo aveva tanto amato, e che ancora lo ama.

Loading...