Ci stiamo avvicinando sempre più al primo Slam dell’anno, l’Australian Open.
Per arrivarci preparati, sto ripercorrendo le vittorie dei tennisti ancora in attività. Dopo Federer, tocca ora Djokovic che ha ha trionfato ben cinque volte e tenta di raggiungere Emerson a sei.

2008 Djokovic-Tsonga (4-6,6-4,6-3,7-6)

Il primo successo del serbo è di otto anni fa, quando sconfisse in finale Tsonga in rimonta, dopo aver perso il primo set. Per raggiungere la finale Nole compì una marcia trionfale di Nole, il quale non perse alcun set, nemmeno contro Federer in semifinale. Fu anche il primo slam per Djokovic.

2011 Djokvic-Murray (6-4,6-2,6-3)

Tre anni dopo Nole tornò vincere l’Australian Open, secondo slam in carriera, battendo nell’ultimo match lo scozzese Murray in soli tre set. In questa edizione il serbo perse un solo set, il secondo al tie break contro il croato Dodig al secondo turno.

2012 Djokovic-Nadal (5-7,6-4,6-2,6-7,7-5)

La terza vittoria di Djokovic a Melbourne fu raggiunta superando Nadal in cinque set al termine di una finale infinita (quasi sei ore), la più lunga finale di un torneo del Grande Slam. Da ricordare che Nole era andato al quinto set anche in semifinale contro Murray, che dopo aver perso il primo set si era portato in vantaggio.

2013 Djokovic-Murray (6-7,7-6,6-3,6-2)

Tre anni fa il serbo ottenne il quarto sigillo in Australia, terzo consecutivo, record nell’era Open e sesto Slam in generale. Nell’ultimo atto del torneo ebbe la meglio ancora su Murray, come due anni prima. Stavolta, però, dovette rimontare il primo set perso al tie break. Da segnalare in quell’edizione la maratona con Wawrinka al quinto set, che dopo aver perso il primo ribaltò la situazione ma poi cedette a Djokovic 10-12 nell’ultimo set.

2015 Djokovic-Murray
(7-6,6-7,6-3,6-0)
L’anno scorso Nole vinse il quinto e per ora ultimo Australian Open, ottavo slam in carriera, battendo ancora una volta Murray in finale, anche stavolta in quattro set, come due anni prima. Per arrivare in finale si prese la rivincita in cinqu set con Wawrinka, che l’anno prima l’aveva battutto nei quarti.