Luis Enrique, 44 anni allenatore del Barcellona

Faccia distesa, sorriso a 32 denti e la solita schiettezza che contraddistingue le persone di una certa personalità. E’ questo Luis Enrique, neo allenatore del Barcellona da pochi giorni. I blaugrana sono da sempre i colori preferiti del tecnico spagnolo, tra le altre cose alla Roma due anni fa. Nella sua prima intervista concessa al canale ufficiale del club, Luis Enrique parla della sua nuova esperienza al Barça, rammentando anche gli anni passati alla casa madre, quando era calciatore e poi mister della squadra B.

“Può aiutarmi il fatto di aver allenato la compagine riserve, ma quando sei qui devi vincere subito. Il “Camp Nou” è fantastico, così come il centro sportivo, e mi piacerebbe creare un buon feeling con i tifosi. Ho imparato –dice Luis Enrique- dai precedenti allenatori, sia umanamente che professionalmente. Mi piace lavorare con tutti e anche con i giovani e credo che la figura del capitano sia fondamentale in una squadra”. Nessuna parola, dunque, sulla Roma, sulla sua annata in giallorosso, non propriamente soddisfacente. Forse, il tecnico, nell’ultimo anno al Celta Vigo, poteva avere una nuova possibilità.