Advertisement

A Trieste l’Italbasket di coach Pianigiani vince la sua seconda partita con la Bosnia per 99-71 dominando, fornendo un’ottima prova in vista sia della partita di stasera contro la più quotata Serbia che soprattutto in vista delle qualificazioni agli Europei 2015.

Protagonista della serata è stato il capitano Gigi Datome che, oltre a realizzare 19 punti, ha realizzato il suo millesimo punto con la maglia azzurra entrando nel famoso club dei 1000. Club a cui appartengono monumenti del basket azzurro come Riva, Meneghin, Magnifico, Myers, Fucka. Il giocatore sardo, in forza ai Detroit Pistons ha voluto celebrare il traguardo raggiunto postando una foto sul suo profilo facebook e commentandola con la seguente frase: “1000 punti con la nazionale italiana. Son quelle cose che sognavo quando tempo fa guardavo giocare Myers Fucka Basile Galanda Bulleri E Soragna in azzurro. Grazie a tutti i miei compagni di squadra delle ultime estati e adesso avanti tutta. Abbiamo obbiettivi molto più importanti di quelli individuali!“.
Ed ecco la foto celebrativa.

Basket: l'Italia vince e Datome fa 1000 punti in azzurro

Giornata storica anche per Giuseppe Poeta, che pur non giocando, lasciato a riposo precauzionalmente da Pianigiani, ha collezionato la sua presenza numero 100 con la canotta dell’Italia. Curiosità statistica che accomuna Poeta e Datome è la data del 2 giugno 2007 quando a Bari, nella partita amichevole con la Croazia, Datome realizzò il primo dei suoi, ad oggi, 1000 punti e Poeta la prima delle sue attuali 100 presenze.

L’Italia pur senza le altre stelle NBA Belinelli, Bargnani e Gallinari e con Hackett squalificato si appresta a concludere il torneo di Trieste con l’ultima prova contro la Serbia, venendo da due vittorie con Canada e Bosnia, e poi, a partire dal 13 agosto, inizierà le partite di qualificazione per gli Europei di basket 2015 che la vedranno impegnata nel girone G con Svizzera e Russia.

Gli azzurri si sono dimostrati in crescita nelle ultime amichevoli con Datome, Alessandro Gentile e Aradori in grande spolvero e con un gruppo che inizia sempre più a compattarsi così come dichiarato dallo stesso Pianigiani: ” Ho visto una squadra che si è aiutata molto in difesa e sono contento per tutti i ragazzi che sono entrati e hanno dato il loro prezioso contributo. Se lo meritano perché stanno lavorando duramente da oltre un mese. Dispiace solo per Poeta che oggi è dovuto rimanere a riposo. Stiamo capendo pian piano che in Nazionale contano anche solo pochi minuti o pochi secondi in campo e questo è uno dei due obiettivi principali che volevamo raggiungere questa estate. L’altro è rimanere competitivi quando il livello si alza e già domani affronteremo una squadra, la Serbia, ben attrezzata e motivata. Sono in una fase diversa della preparazione ma in queste due partite a Trieste hanno già dimostrato il loro valore“.