Batistuta dopo il gol (Foto: firenze.repubblica.it)

La città di Firenze è tornata a 16 anni fa, precisamente al 1998, quando nella Fiorentina giocavano calciatori del calibro di Toldo Batistuta e Roberto Baggio. Proprio l’asso argentino, idolo della “Curva Fiesole” e dell’intera città toscana, ha fatto rivivere i bei tempi non solo ai tifosi viola, ma anche agli altri appassionati di calcio. Infatti, durante la “Partita del Cuore” – “20 di Emergency”, che si sta disputando in questi minuti allo stadio “Franchi” tra la Nazionale cantanti e una selezione dell’importante associazione umanitaria, “Batigol” ha infilato il portiere avversario con un bolide dei suoi.

Il gol dell’ex attaccante, tra le altre cose in Italia anche con le casacche di Roma e Inter, è stato accolto con uno stupore generale dal pubblico fiorentino, subito in piedi per applaudire il loro beniamino. La giocata di Batistuta cancella le paure di molti sportivi, preoccupati per le condizioni del “Re Leone” che, negli anni scorsi, aveva dichiarato: “C’è stato un momento in cui stavo malissimo. Non potevo quasi più camminare. Ora sto meglio. Non posso più giocare a pallone perchè non posso più correre, ma adesso cammino abbastanza bene”. Anche il “Divin Codino”, su rigore, ha messo la sfera in fondo al sacco, segnando dopo essere stato chiamato dalla panchina.

Loading...