Advertisement

Belinelli è il primo italiano della storia a vincere un titolo NBA. Ieri in gara cinque i San Antonio Spurs hanno conquistato l’anello superando i Miami Heat di sua maestà LeBron James. Si chiude così per il campione azzurro una stagione indimenticabile. Prima la vittoria all’All Star Game della gara dei tiri da 3, poi i record come primo italiano a vincere una finale di conference e adesso il primo italiano a vincere il titolo.

Il campione di San Giovanni in Persiceto, ha goduto per tutta la regular season della stima incondizionata di Coach Popovich, che ha sempre creduto in lui inserendolo sempre nei momenti più delicati del match. In questi play off è stato utilizzato di meno ma Belinelli ha sempre risposto presente. E anche ieri, nella partita delle partite, quando è stato chiamato in causa, ha fatto bene realizzando quattro punti in un momento difficile del match.

Conquistarsi uno spazio importante davanti a mostri sacri come Duncan, Ginobili, Parker e al giovane talento Leonard non è stato facile, ma lui ci è riuscito diventando un punto di riferimento per San Antonio.
A fine partita è stato intervistato da Alessandro Mamoli, giornalista di Sky, e chiedendo a chi volesse dedicare questa vittoria, Belinelli ha risposto in primis ai suoi genitori che hanno sempre creduto in lui. A quel punto la commozione è stata tanta e le lacrime hanno preso il sopravvento. Si è sfogato Marco, si è tolto quel sassolino che ormai era diventato un macigno. Tra le lacrime dice una frase che lo ripaga di tutti questi anni di sacrifici: “Nessuno ha mai creduto in me in questi anni…e alla fine ho vinto“.

Hai vinto Beli, sei il primo italiano a farlo in NBA, ora tutti lo dovranno dire. Hai vinto, sei un campione. Piangi di gioia Marco, non fermarti. Con te ci sono i tuoi genitori, i tuoi amici, tutta San Giovanni in Persiceto, tutti quelli che hanno creduto in te e da adesso anche quelli che in te non hanno mai creduto.