Il calcio è anche per le donne. Perché no? Per dire basta ai pregiudizi seguite passione e cuore. Sembra volerci dire proprio questo Gloria Bombarda, di Finale Emilia epicentro del primo Sisma del 2012. Ci tiene a dirlo Gloria, perchè è stato quell’avvenimento a convincerla ad aprire il suo blog (Laborsadimarypoppins).

Da quando ha inaugurato il blog le si sono aperte diverte possibilità lavorative e da commerciale è passata a lavorare per un brand famoso di calzature nella sezione stile e web. Tutto questo ovviamente abbinato ai suoi allenamenti giornalieri di calcetto!

Il calcio è anche donna. Parola di blogger (intervista)

Da quanto tempo giochi a calcio e cosa rappresenta questo sport per te?

Gioco a calcio a 5 da 10 anni, anche se in realtà sarebbe giusto dire che è da una vita visto che giocavo sempre con i miei amici al parchetto, è così che ho iniziato. Il calcio per me è una delle cose più importanti della mia vita, anche perchè per me rappresenta una conquista, quando ho iniziato a giocare salivo 5 minuti a partita ora mi sono guadagnata il mio posto da titolare in squadra.

In che ruolo giochi, a chi ti ispiri e per quale squadra tifi?

Gioco in fascia destra, anche se a calcetto si gira spesso coi ruoli quindi non è detto! Sicuramente mi ispiro a Patrizia Panico..fantastica! Non ho una squadra che tifo per la maggiore, perchè mi piace semplicemente guardare il bel calcio, ma se devo dire una squadra in A il Milan e in B sicuramente il Modena, anzi tifo molto più Modena che Milan

Donne che giocano a calcio. Ci sono ancora troppi pregiudizi, anche tenendo conto delle recenti dichiarazioni, non certo positive, del Presidente della Lega Dilettanti Tavecchio?

Purtroppo è così. Quando dici che giochi a calcio la gente sorride e ride, perchè ovviamente dà già per scontato che tu più che altro “provi” a giocare. Il calcio è ancora visto troppo come uno sport solo maschile e per questo motivo è difficile ogni anno trovare adesioni da ragazze che si iscrivano alla squadra. É questo il messaggio che cerco di far passare ogni giorno attraverso il mio blog: il calcio non è uno sport solo per uomini.

La tua attività di Blogger è davvero variegata dal momento che non parli solo di moda e trucco, bensì pure di sport e affini. Da dove nasce l’idea di coniugare il tutto e dedicare dei post e dei video specifici?

All’inizio il mio blog era nato solo come blog di moda, perchè non volevo creare confusione al mio lettore, ma recentemente ho deciso di aprire anche una sezione “Football&Sports” e una “Books” perchè questa sono io: una ragazza che ama indossare le scarpe col tacco, togliersele dopo una giornata di lavoro per mettersi quelle di calcetto e leggere un libro prima di andare a dormire. Questa sono semplicemente io!

Femminilità nel calcio e nello sport in genere. Come valorizzarla al meglio?

Difficile da dire… ma una cosa è certa ogni ragazza è femminile solo in modi diversi e non sarà di certo il calcio o un altro sport a cambiarla, anzi l’aiuterà solo a riscoprirsi!

Che consigli daresti a chi vorrebbe avvicinarsi allo sport e, magari, proprio al calcio?

Che sia il calcio o no io consiglio a tutte di provare a entrare in un gioco di squadra, perchè non è solo condividere uno spogliatoio con altre 15 donne, vuol dire condividere sconfitte e vittorie, perchè se si vince si è vinto insieme e se abbiamo perso è per colpa di tutte. Essere in una squadra vuol dire essere in una famiglia, bisogna scendere a compromessi, non puoi fare quello che vuoi devi fare quello che vuole la squadra e sopratutto vuole dire rispettarsi e darsi una mano, due cose fondamentali nella vita in generale che solo uno sport di gruppo ti può aiutare a capire.

Loading...