russia 2018

Mediaset ha messo a segno un colpaccio senza precedenti: per la prima volta nella storia, il Biscione trasmetterà i Campionati Mondiali di calcio, tutti in chiaro in tv.

Una mossa astuta, quella portata avanti dall’azienda di Cologno Monzese. Certo, non c’è l’Italia tra le trentadue squadre qualificate alla rassegna iridata che si terrà in Russia all’inizio della prossima estate, ma di certo gli appassionati non si perderanno per alcun motivo le sfide tra le nazionali blasonate che invece hanno staccato il pass per Mosca e che si contenderanno la Coppa del Mondo.

E proprio a causa dell’assenza della nazionale azzurra, il costo dei diritti è crollato vertiginosamente. La Rai, tv di Stato che fino ad ora ha sempre trasmesso almeno una parte di incontri, ha pensato bene che un pacchetto completo senza l’Italia non vale più di 65 milioni di euro, cifra presentata alla Fifa.

Con Sky che si è fatta da parte nella trattativa (la piattaforma pay di Rupert Murdoch aveva trasmesso l’ultima edizione di Brasile 2014) e con il gruppo Discovery non interessato (ha già fatto un gran bel colpo assicurandosi le prossime tre edizioni delle Olimpiadi, a partire da quelle invernali di PyeongChang 2018), ecco l’intervento a gamba tesa di Mediaset, che per una cifra pari a 78 milioni di euro è riuscita a vincere sulla concorrenza. La notizia manca ancora di ufficialità, ma ormai non vi sono più dubbi in merito.

E così saranno Canale 5, Italia 1 e Rete 4 a trasmettere in diretta e in chiaro tutte le 64 partite del Mondiale: gli introiti saranno assicurati dalla pubblicità e dalla riduzione dei costi degli altri programmi, dal momento che gran parte del palinsesto delle tre reti generaliste sarà occupato dalla manifestazione.