Deloitte Football Money League: no, non è una nuova competizione che si giocherà in estate, né la Coppa dei Campioni alternativa tanto voluta da Michel Platini. È una classifica, elaborata dalla Deloitte, l’azienda di consulenza e revisione più importante del mondo. La classifica si basa sui ricavi delle squadre europee: viene stilata annualmente in base ai ricavi della stagione precedente. Oggi è stata pubblicata quella relativa alla stagione 2013/2014: molte conferme e poche sorprese, l’unica italiana nella top ten è la Juventus, mentre il Milan finisce fuori dalle prime dieci per la prima volta dopo 10 anni. Al comando, per il decimo anno consecutivo, c’è ancora il Real Madrid, con €549.5 mln, il doppio della Juve (€279.4 mln). In mezzo le “solite” big europee, con Manchester Utd. e Bayern che completano il podio. Le altre italiane presenti sono il Milan (12º), il Napoli (16º) e l’Inter (17º).
Interessante il confronto con la stagione 2012/2013: la Juve perde una posizione pur incrementando i ricavi di circa €7 mln. Tra le italiane, l’Inter perde due posizioni, mentre il Napoli entra e la Roma esce dalle prime 20. È il Liverpool invece a scalzare i rossoneri dalle prime 10:

image

In questa mappa, salta all’occhio il dominio dei club inglesi: nelle prime 20 posizioni sono ben 11 le squadre d’oltremanica. Mentre la Francia è rappresentata soltanto dal PSG. Una rappresentante anche per la Turchia, il Galatasaray:

image

Esaminando nel dettaglio i dati riguardanti la Juventus, si evince come la fonte principale di ricavo siano i diritti televisivi: €153 mln, il 55%. Questo si spiega nonostante l’eliminazione dalla Champions League: il cosiddetto market pool è infatti la quota di distribuzione dei ricavi da diritti tv, il cui ammontare dipende dalla presenza di un tot. numero di squadre della stessa nazione in Champions. La scorsa stagione se la sono divisa soltanto Juventus e Milan, quest’anno accadrà lo stesso con Juventus e Roma. Ecco perché è una quota tutt’altro che indifferente, tanto che la Juve, in questa speciale classifica, è seconda solo al PSG. Altra fonte importante di ricavi sono gli sponsor, il “commercial”: €85 mln, il 30%, con un incremento del 24% rispetto alla scorsa stagione complici gli accordi significativi con sponsor importanti come Samsung e Bosch. E l’anno prossimo in tal senso sarà importante il passaggio dallo sponsor tecnico Nike ad Adidas. A completare la quota di €279.4 ci sono poi i ricavi “matchday”, ossia quelli che fruttano dallo Juventus Stadium: la Juve ha una media spettatori di 35,564 pari all’87% della capacità. Questo le frutta €41 mln, il 15% dei ricavi:

image

Particolare poi la classifica stilata sull’incidenza delle squadre sui social network: in questo caso l’unica italiana presente è il Milan. Impressionante la crescita rispetto alla scorsa classifica di squadre come l’Atletico Madrid e lo Schalke 04. Mentre al comando, come del resto nella classifica dei ricavi, ci sono sempre Barcellona, Real Madrid e Manchester, con una differenza abissale rispetto alle nostre italiane: forse, senza fare molti calcoli, basterebbe semplicemente dare un occhio ai followers per rendersi conto di quanto sia semplice l’equazione: più tifosi = più soldi.

image

Fonti: Deloitte UK

Twitter: @MarcoBonomo19

Loading...