E’ fatta: Tania Cagnotto conquista il suo dodicesimo oro individuale e diciannovesimo totale nel trampolino da 3 metri, arrivando a quota 360.60 punti. L’azzurra di Fiamme Gialle e Bolzano Nuoto sbaraglia la concorrenza già dal terzo tuffo (unica a superare i 200 punti) e firma la terza doppietta continentale. “Adesso posso dire di non esser arrivata qui non in piena forma – ha detto subito dopo Tania, alla vigilia del suo trentunesimo compleanno – sono riuscita a saltare con continuità e serenità, e così facendo ho ottenuto il massimo. Mi sento sono pronta ad affrontare Rio: nell’ultimo salto mi sono immedesimata come se fosse un’olimpiade, ho provato ad eseguire il tuffo che vorrei e ci sono riuscita. Questa gara è stata infatti una prova generale per le olimpiadi e ottenere questo punteggio mi trasmette determinazione perchè so che in perfette condizioni potrei ottenere ancora di più. Sono fiduciosa, serena e contenta del lavoro svolto.”
Chiude undicesima con 262.40 Francesca Dallapè, che parte bene col doppio e mezzo ritornato ma poi incappa in un paio di errori gravi (lo stesso sul doppio e mezzo rovesciato sbagliato al mattino) che ne compromettono le chances da podio.

tania immagione copertina

Per quanto riguarda la piattaforma mista sincro, la coppia mista dalla piattaforma formata da Maicol Verzotto e Noemi Batki sfiora il podio chiudendo la finale al quarto posto con 304.62 punti, a tre lunghezze dai russi Timoshinina/Shleikher, terz icon 307.68. Vincono gli ucraini Prokopchuk/Dolgov con 323.70 punti. Un peccato considerato che dopo il terzo giro la coppia italiana era in testa. Li vedremo comunque alle olimpiadi, alle quali intendono arrivare con “il massimo della concentrazione”, come ha detto Noemi.

batki-e-verztto-678x381

Loading...