sport.livesicilia.it

L’Italia del tennis femminile rialza la china in Fed Cup. Nel primo turno del World Group II del 2018, la nazionale azzurra guidata da Tathiana Garbin ha battuto per 3-2 la Spagna sulla terra rossa indoor del PalaTricalle “Sandro Leombroni” di Chieti, guadagnandosi la possibilità di giocarsi il play off per tornare in Serie A.

La scelta della capitana italiana è chiara sin dalla scorsa stagione: schierare una giocatrice d’esperienza e tante giovani destinate a vestire per tante volte la maglia tricolore nei prossimi anni. Così, accanto a Sara Errani, punta del movimento nostrano, ecco pronte Jasmine Paolini, Deborah Chiesa ed Elisabetta Cocciaretto. Tutte atleta al di sopra della centocinquantesima posizione del ranking wta (quest’ultima, ancora junior, è addirittura numero 809), ma da qualche parte bisogna pur ricominciare un nuovo ciclo dopo quello vincente con Pennetta, Schiavone, Vinci e la stessa Errani.

E le ragazze hanno ripagato la fiducia del commissario tecnico. In primis Sara Errani, che dopo aver vinto con facilità il match d’apertura contro Laura Arruabarrena, si è aggiudicata dopo una tenace lotta anche il suo secondo singolare, quello contro la numero uno spagnola Carla Suarez Navarro.

Quest’ultima, dal canto suo, dopo aver piegato Jasmine Paolini, ha lasciato il posto alla stessa Arruabarrena nella sfida decisiva contro Deborah Chiesa, valida per il quarto singolare. Tenacissima la lotta dell’azzurra, che al tie break del terzo set ha avuto la meglio dell’avversaria, regalando all’Italia una bellissima quanto non facile da pronosticare vittoria.

Estromessa la Spagna, la nazionale azzurra avrà la possibilità di giocarsi, nel weekend 21-22 aprile, di ritornare nel World Group in cui manca dal 2016, anno in cui fu proprio la Spagna a farci piombare in Serie B dopo diciotto anni di permanenza consecutivi nella massima serie.

Loading...