hockey

Una premessa doverosa: non si tratta di uno scherzo ma è realmente accaduto. Durante la combattutissima gara di NHL (National Hockey League) tra i Chicago Blackhawks e gli Anaheim Ducks, sul punteggio di 2-2 c’è stata un’azione di attacco piuttosto convulsa dei Blackhawks che si è risolta, incredibile ma vero, con un colpo di testa di Andrew Shaw tanto imprevedibile quanto spettacolare.

L’insolita trasformazione ha ovviamente scatenato l’entusiasmo incontenibile del pubblico e dei compagni di squadra ma, giustamente, dopo pochi secondi la rete è stata annullata. Il regolamento dell’hockey su ghiaccio, infatti, prevede che il puck possa finire in gol solo per mezzo del bastone, mentre la deviazione di qualsiasi parte del corpo è consentita solo involontariamente. Non è questo il caso perchè nel video si vede chiaramente che Shaw, probabilmente appassionato di calcio, ha tutta l’intenzione di intervenire di testa. Nell’azione incriminata, tra l’altro, il giocatore dei Chicago Blackhawks commette un’altra iregolarità perchè alza nettamente il bastone al di sopra delle spalle, mettendo in pericolo gli avversari nelle vicinanze. Insomma, un colpo di testa assolutamente non valido ma che rimarrà comunque nella storia dell’hockey anche perchè, in quell’attimo meraviglioso, Andrew Shaw ha dimenticato di essere un giocatore professionista ed è tornato bambino.

Loading...