Scoppia di nuovo il caso Mauro Icardi in casa Inter: il calciatore argentino non è più il capitano della società nerazzurra e non viene convocato per il prossimo impegno della squadra in Europa League.

Che il centravanti sudamericano e la dirigenza del club lombardo fossero ai ferri corti per il rinnovo contrattuale era noto da diverse settimane, ora sembra si stiano spegnendo quasi definitivamente le speranze di poter vedere anche il prossimo anno il giocatore indossare la stessa maglia.

Il colpo di scena odierno è giunto a margine dell’allenamento effettuato ad Appiano sotto gli ordini di Luciano Spalletti. Pochi minuti dopo, arriva sul profilo twitter dell’Inter il breve comunicato: il nuovo capitano dell’Inter è Samir Handanovic. La decisione è stata presa con lo stesso tecnico toscano assieme ai dirigenti Marotta ed Ausilio ed avrà effetto immediato: il portiere indosserà la fascia già in occasione dell’imminente sfida di Europa League a Vienna contro il Rapid.

Presa la decisione, Icardi non figura neppure nella lista dei convocati per la sfida contro gli austriaci e il motivo è spiegato dallo stesso Spalletti nella conferenza stampa della vigilia: è stato lo stesso giocatore a tirarsi indietro una volta appresa la notizia di non essere più il capitano.

Tutto ciò arriva dopo due mesi decisamente complicati, resi tali soprattutto dalle presunte interferenze di Wanda Nara, moglie ed agente del calciatore, in merito al rinnovo del contratto. E c’è anche da dire che le continue uscite della donna hanno allontanato lo stesso giocatore da alcuni suoi compagni all’interno dello spogliatoio.

Le parole di Spalletti fanno maggiormente luce sulla vicenda: “Ci sono cose che contornano Icardi che vanno messe a posto, anche la reazione di oggi sul non rispondere alla convocazione lo dimostra […] Queste cose mettono in imbarazzo la squadra di cui lui era capitano, la società.

Loading...