zaytsev

La nazionale italiana di volley dovrà fare a meno per i prossimi Campionati Europei in programma a settembre del suo uomo più rappresentativo, Ivan Zaytsev. La decisione è stata comunicata dalla Federazione Italiana Pallavolo a seguito della querelle creata con lo stesso giocatore in merito alle calzature da indossare nel corso degli incontri in maglia azzurra.

Zaytsev sarà costretto, in tal modo, a lasciare il collegiale in corso di svolgimento a Cavalese, dove si sta effettuando la preparazione in vista dell’appuntamento continentale. La comunicazione all’atleta è avvenuta in via ufficiale tramite una lettera firmata dal Segretario Generale Alberto Rabiti, in cui si legge che “nonostante l’impegno profuso dalla FIPAV con il suo staff tecnico e medico e dallo sponsor con la messa a disposizione di materiale e modelli particolari, non è stata individuata una soluzione” di compromesso e pertanto non resta che intraprendere la decisione di escludere il pallavolista dal ritiro. L’atleta è chiamato a lasciare immediatamente la Val di Fiemme.

Ricostruiamo in breve la vicenda. Nel mese di maggio la Fipav è venuta a conoscenza che Zaytsev aveva stipulato un accordo di sponsorizzazione con l’azienda Adidas, diversa dalla Mizuno partner ufficiale della Federazione Italiana. Il giocatore si è giustificato facendo notare la sua necessità di indossare le scarpe da lui scelte a causa di una problematica fisica che gli impedirebbe di utilizzare quelle fornite dallo sponsor federale.

Nonostante Mizuno Italia abbia cercato di proporre soluzioni alternative, mettendo a disposizione dello Zar nuovi modelli su misura, e la stessa federazione abbia permesso all’atleta di indossare in allenamento le sue Adidas coprendo il logo del marchio tedesco, non si è raggiunto l’accordo e pertanto si è deciso di interrompere almeno al momento tutti i rapporti.

Una questione di coerenza per la Fipav, un problema in più per il tecnico Chicco Blengini, chiamato a fare a meno di un uomo simbolo.

Loading...