Il gol più bello. E non perché vale tre punti e la permanenza in Premier League: Jonas Gutierrez, centrocampista argentino di 32 anni, ha messo a segno ieri con un potente destro dai 20 metri, smorzato da un avversario, il centro del raddoppio in Newcastle-West Ham 2-0, vittoria che ha permesso ai Magpies di conquistare la salvezza e scacciare i fantasmi della retrocessione. In quella folle corsa di Jonas, in quell’esultanza senza maglietta, in quell’urlo di rabbia, non c’è però solo la gioia per una rete, c’è voglia di vivere, entusiasmo, desiderio di allontanare giorni bui e magari riconquistare anche l’AlbiCeleste, la maglia dell’Argentina indossata 25 volte in carriera.

Facciamo un salto indietro, a ottobre 2013: dopo una partita contro l’Arsenal, gli viene diagnosticato un cancro ai testicoli. Decide che non ne uscirà sconfitto: va in Argentina a curarsi a sue spese, lotta per due anni, rompe il silenzio a settembre 2014 (“Mi hanno diagnosticato un tumore a un testicolo. Questa è la partita più difficile che devo giocare“) dopo che il male torna a farsi vivo nella sua quotidianità, prende peso, perde i capelli lunghi che ne avevano caratterizzato le scorribande e a marzo 2015 torna in campo. Minuto 64 di Newcastle-Manchester United: St. James’s Park lo riaccoglie, lui risponde con occhi lucidi e spirito da guerriero.

Due mesi di lotta in campo, un punto in 10 partite, l’abisso della Championship a un passo: cosa saranno mai per chi ha sconfitto il male del secolo? Si arriva così ai giorni nostri. 24 maggio 2015, ancora St. James’s Park. Minuto 54 di Newcastle-West Ham: Jonas crossa, Sissoko stacca. E’ 1-0. Mezz’ora e arriva il raddoppio, la luce in fondo al tunnel. E la voglia di continuare a vestire bianconero nonostante un contratto in scadenza dopo sette anni. La salvezza è cosa fatta e la dedica, non ce ne voglia Jonas, va di diritto ad Alan Pardew, l’ex manager della squadra del Nord-Est dell’Inghilterra che aveva detto “non mi serve un calciatore reduce da quell’operazione, è meglio se vai a giocare da un’altra parte”. Ora Pardew allena il Crystal Palace, e Jonas spera di incrociarlo nuovamente, in campo, dove il destino dice sempre la sua.
(Twitter: @GuerraLuca88)

Loading...