Il 2015 sta volgendo quasi al termine e si può già stilare una classifica delle dieci giocate più belle di Federer, molto probabilmente l’unico tennista in grado di esprimere un gioco d’altri tempi, non basato sulla forza e sulla potenza ma piuttosto sullo stile e sullo spettacolo, con colpi che da soli valgono il prezzo del biglietto.

Qui siamo nel secondo turno degli Internazionali d’Italia, anche se per Roger era l’esordio in quanto i big al primo turno hanno un bye. L’avversario è il giovane uruguayano Pablo Cuevas, incontrato e battuto poche settimane prima nella finale del primo torneo 250 di Istanbul. Il primo set è stato vinto dall’elvetico al tie break e nel primo game del secondo set Federer piazza questo bellissimo rovescio.

Questo gran bel punto, invece, è stato realizzato nel primo turno degli Australian Open contro Lu, giocatore del Taipei. Dopo aver vinto i primi due set, nel primo game del terzo set Federer sfodera uno stupendo rovescio lungo linea.

Qui siamo a Londra nel terzo turno di Wimbledon e l’avversario è l’australiano Groth. Ci troviamo nel terzo set e precisamente sul 4-4: il punto sembra perso ma con un gran recupero Federer rimedia e lo conquista, infilando Groth venuto a rete, conquistando così la palla break.

Ci troviamo nella semifinale del Master 1000 di Indian Wells e l’avversario è Raonic, che veniva dalla sorprendente vittoria contro Nadal. Roger vince il primo set 7-5 e nel primo game del secondo set ottiene subito il break con due rovesci magici.

Ecco uno dei colpi resi celebri da Federer, il tweener, nel secondo set del match contro Querrey, valido per il secondo turno di Wimbledon. La particolarità di questo tweener è che viene fatto in pallonetto, o lob per meglio dire.

Qui siamo in una delle partite più importanti di sempre per Federer, la finale del torneo di Brisbane, che è coincisa con la vittoria numero mille in carriera. Ci troviamo soltanto nel primo game del match ma Roger sfodera subito un gran recupero.

Non poteva mancare la semifinale vinta contro Murray a Wimbledon, una delle partite più belle di sempre disputate da Federer. Tra le tante giocate, spicca quella dell’ultimo game, quando conquista il punto con un eccellente rovescio in diagonale.

Nel primo turno del torneo 500 di Halle Federer fatica non poco contro il tedesco Kohlschreiber, andando addirittura a due punti dalla sconfitta in un torneo che poi vincerà in finale contro Seppi. All’inizio del terzo set di quel primo match, Roger colpisce la palla in maniera davvero sorprendente, dietro la schiena.

Nello stesso match a metà circa del primo set, Federer cade per terra ma riesce lo stesso a colpire la pallina e successivamente ad ottenere il punto.

Per finire, l’ultima invenzione di Roger, ossia la risposta aggressiva sulla seconda di servizio, chiamata poi dallo stesso svizzero SABR, acronimo che sta per “Sneaky attack by roger”, tradotto in italiano “attacco furtivo di Roger”. L’ha usata non solo contro avversari teoricamente abbordabili ma anche contro il numero uno, Djokovic, come successo nella finale del Master 1000, vinta nettamente da Federer con una grande prestazione, probabilmente la migliore di questo anno, per ora almeno.