Advertisement

Tre gironi da venti squadre, tanti ripescaggi e l’ennesima estate calda. La Lega Pro Unica 2014-2015 è pronta ai nastri di partenza, anche se l’impressione è che il prossimo mese avrà tante novità da registrare su ogni fronte. La divisione sarà effettuata secondo criteri geografici. Il Girone A sarà quello delle cinque venete (Vicenza, Venezia, Padova, Real Vicenza e Bassano ed eventualmente il Delta Porto Tolle se venisse ripesvato) mentre nel Girone B verranno inserite le squadre del centro-Italia, con alcuni spostamenti fra i gironi B e C in modo da evitare i derby più caldi e sentiti. Questa decisione sarà all’ordine del giorno del prossimo Consiglio Federale. Questa l’ipotesi più plausibile al momento attuale per il prossimo campionato di Lega Pro.

Girone A: AlbinoLeffe, Alessandria, Bassano, Como, Cremonese, Giana Erminio Gorgonzola, Mantova, Monza, Novara (o Varese), Padova, Pavia, Pordenone, Pro Patria, Pro Piacenza, Real Vicenza, Renate, Sud Tirol, Venezia, Vicenza, squadra X (la ripescata al posto della Nocerina).
Girone B: Ancona, Ascoli, Carrarese, Feralpi Salò, Forlì, Grosseto, Gubbio, Lucchese, Lumezzane, Pisa, Pistoiese, Pontedera, Prato, Reggiana, San Marino, Santarcangelo, Savona, Spal, Tuttocuoio, Viareggio.
Girone C: Barletta, Benevento, Casertana, Catanzaro, Cosenza, Foggia, Ischia, Juve Stabia, L’Aquila, Lecce, Lupa Roma, Matera, Melfi, Messina, Paganese, Reggina, Salernitana, Savoia, Teramo, Vigor Lamezia.

Le 60 squadre che parteciperanno al campionato di Lega Pro 2014/15 per iscriversi devono ottenere la licenza nazionale, assegnata in base al rispetto di adempimenti economico-finanziari e infrastrutturali. Entro giugno i club devono presentare alla Lega Pro la domanda d’iscrizione accompagnata dalla fideiussione e alla Covisoc la documentazione economico-fiscale della stagione appena conclusa, oltre al budget finanziario trimestrale per la prossima.
Eventuali ricorsi entro il 15 luglio.