Advertisement

Domenica sera la Nazionale italiana fa ritorno a San Siro, dove affronterà la Croazia in una partita valida per le qualificazioni agli Europei del 2016.

SIN DAGLI ALBORI – Lo stadio milanese è un vero e proprio portafortuna per gli azzurri, che su 52 partite non sono mai stati sconfitti. Il vice presidente Beretta, in conferenza stampa, ha anche evidenziato che la prima partita della Nazionale è stata disputata proprio a Milano, ben 104 anni fa. Era infatti l’anno 1910, e la FIGC era nata soltanto 12 anni prima. Interessante notare come in quel caso le convocazioni non sono state però fatte da nessun allenatore, perchè non c’era che ricopriva il ruolo di CT. Cosi si era scelto di attribuire il compito di selezionare i giocatori agli arbitri, che hanno visto in Umberto Meazza il nome adatto per guidare l’Italia.
Anche se oggi i direttori di gara sono spesso criticati, più di un secolo fa hanno dimostrato di compiere la scelta giusta. La partita inaugurale della nostra Nazionale, giocata all’Arena Civica, si era rivelata un trionfo, con un 6-2 rifilato alla Francia, grazie ai gol di Fossati, Rizzi, Debernardi e alla tripletta di Lana.

TABU’ SAN SIRO Altre 2 partite sono state giocate a Milano, ma non al Meazza, ovvero nel 1911 e nel 1925, perse entrambe contro l’Ungheria. Da lì in avanti, però, i successivi match sono stati disputati tutti San Siro, e il tabellino è eloquente: 37 vittorie e 17 pareggi. La prima partita giocata in questo stadio è datata 1927, e allora la Nazionale pareggiò 2 a 2 contro la Cecoslovacchia.
Qualche anno dopo, significativa la goleada rifilata al Portogallo, che perse per 6 a 1, e soprattutto la partita contro l’Austria del 1931, dove la Nazionale, allenata dallo storico CT Pozzo, ha vinto 2 a 1 con le reti di Giuseppe Meazza, a cui poi è stato intitolato lo stadio di Milano. Paradossalmente, l’unica partita valida per i Mondiali che l’Italia ha mai giocato al San Siro, risale al 1934, quando la Nazionale ha battuto per 1 a 0 nella semifinale l’Austria.
Qualche decennio più tardi, ovvero nel 1963, è andata in scena l’amichevole contro il Brasile di Pelè, che però non poté niente contro la squadra dei vari Mazzola, Rivera, Facchetti, Trapattoni, Maldini, che grazie alle reti di Sormani, Mazzola e Bulgarelli, hanno battuto i verdeoro il Brasile per 3 a 0.
Tra le partite più recenti, invece, importante il successo nel 2003 sul Galles, battuto 4 a 0 in un incontro valido per le qualificazioni agli europei.