NBA, where amazing happens. Sorprendente, stupefacente, sbalorditivo: “amazing” significa questo. E stanotte è stato ancora una volta Stephen Curry a farlo accadere. Vittima illustre della sua giocata è stato Chris Paul: una magia che lo manda a vuoto, poi il tiro e solo il rumore della retina.

E dopo la partita, vinta dai Warriors 110-106, con 27 punti di Curry, lo stesso Chris Paul ha dimostrato di essere un campione anche di ironia, postando questa foto su Instagram e sugli altri social. (Clicca sulla foto per ingrandirla)

image