Willie Cauley-Stein

5) Russell Westbrook (Oklahoma City Thunder)

Partita non certo memorabile del numero 0 in occasione della sconfitta contro Golden State (22 punti, 7 assist, 6 rimbalzi col 33% dal campo) impreziosita però da questa perentoria schiacciata in contropiede. In soli 4 secondi i Thunder riescono a passare dalla propria area a quella avversaria sulla direttrice Foye-Durant-Westbrook: un’azione ad alta velocità ricompensata nel migliore dei modi.

4) Marcelo Huertas (Los Angeles Lakers)

Dopo una stagione da rookie disseminata di momenti tragicomici – dei quali si può trovare traccia in vari episodi di Shaqtin’ A Fool – l’ex-Barcellona sembra aver finalmente trovato un minimo di continuità nel corso delle ultime gare. Il passaggio no-look per Larry Nance Jr. è l’highlight che meglio rappresenta questo periodo positivo, coronato dalle due vittorie contro Brooklyn e soprattutto Golden State.

3) JaMychal Green (Memphis Grizzlies)

Schiacciata rabbiosa da parte del prodotto di Alabama, che paga l’eccessiva foga con un inevitabile fallo tecnico. Il poster ai danni di Rudy Gobert resta comunque una giocata sensazionale, in quanto compiuta al cospetto di uno dei migliori stoppatori dell’intera NBA (2.5 di media in stagione per il centro francese).

2) Giannis Antetokounmpo (Milwaukee Bucks)

Incredibile canestro del cestista greco di origini nigeriane, che nel giro di un manciata di secondi conquista il rimbalzo sotto il proprio canestro, spinge il contropiede, si libera di Russell Westbrook con un efficace eurostep e inchioda una schiacciata superlativa in faccia a Serge Ibaka, subendo oltretutto fallo. La terza tripla doppia messa a referto nel giro di due settimane testimonia perfettamente il suo straordinario momento di forma.

1) Willie Cauley-Stein (Sacramento Kings)

Il rookie da Kentucky e il nostro Marco Belinelli confezionano una giocata semplice ma realizzata in maniera impeccabile. Il nativo di San Giovanni in Persiceto serve un delizioso assist per il numero 00, che riceve palla e mette a segno una terrificante schiacciata su Zach Randolph: eloquente il silenzio che cala sul FedExForum.

Loading...