Lo scontro di gioco e i cosiddetti “hit” sono all’ordine del giorno in uno sport come l’hockey su ghiaccio che ha fatto dell’intensità e della violenza il suo marchio di fabbrica.
Una violenza tuttavia concessa dal regolamento, che permette in certi casi dei colpi e scontri che letteralmente demoliscono i giocatori.
E’ quello che successo sul ghiaccio del Rexall Place di Edmonton durante l’incontro di Nhl, il principale campionato di hockey su ghiaccio nord-americano, tra Jets e Senators.
Siamo a metà del secondo periodo e il risultato è sull’1-0 per i Senators, grazie alla rete di Zack Smith al minuto 03:16 della prima frazione di gioco.
Il #61 della squadra di Ottawa si invola sulla sinistra verso la porta difesa da Andrew Hammond ma viene abbattuto dal 31enne di Roseau (Minnesota) Dustin Byfuglien con un pesante scontro di gioco.
Segue una breve mischia che si conclude dopo pochi secondi senza che nessuno dei giocatori coinvolti subisca una penalità da parte degli arbitri.

La partita si sarebbe poi conclusa sul risultato di 2-1 per la squadra ospite: al minuto 06:55 del terzo periodo, infatti, Mark Scheifele pareggiava i conti, segnando la sua 26° rete in questa stagione di Nhl, ma meno di due minuti dopo i Senators chiudevano la partita con il winning goal di Chiasson che sfruttava una grave disattenzione difensiva dei Jets e l’assistenza dell’ala sinistra Ryan Dzingel.

Loading...