SHANGHAI, CHINA - JULY 24: Federica Pellegrini of Italy smiles after winning the gold medal in the Women's 400m Freestyle Final during Day Nine of the 14th FINA World Championships at the Oriental Sports Center on July 24, 2011 in Shanghai, China. (Photo by Ezra Shaw/Getty Images)

È guerra aperta, come mai c’è stata, tra i due fenomeni del nuoto azzurro: Federica Pellegrini lancia la miccia dopo un premio federale non attribuito al suo allenatore, Gregorio Paltrinieri risponde per le rime scatenando la controreazione della diva padovana.

Riepiloghiamo i fatti. La Federnuoto italiana assegna a Stefano Morini, tecnico di Greg e Gabriele Detti, il premio Castagnetti (indimenticato coach azzurro, colui che ha fatto diventare grande proprio Fede) come miglior tecnico dell’anno. Lo dimostrano i risultati della bontà di tale riconoscimento: ha portato due atleti – i due appena citati – sul tetto del mondo in due diverse discipline, gli 800 e i 1500 stile libero.

Apriti cielo. Alla Pellegrini proprio non è andata giù tale cosa, rilanciando il suo tecnico Matteo Giunta, cugino di Filippo Magnini con il quale, secondo indiscrezioni, starebbe intraprendendo una relazione extrasportiva. La capacità di portare un’atleta, a 29 anni, a conquistare una medaglia d’oro mondiale (nei 200 stile) doveva essere assolutamente premiata, secondo la Divina.

Ma ecco arrivare la prima risposta di Greg, che invita la collega a non prendere sul personale tale premio in quanto questo è stato assegnato in base al numero di risultati sportivi. Allora ecco arrivare puntuali e piccati una serie di tweet di Pellegrini in cui minaccia querele per presunti insulti ricevuti dai compagni di nazionale italiana. E sul proprio profilo instagram, la didascalia “Cercheranno di farti del male anche quando tu non ne farai, quindi abbi le spalle forti”.

Tutto destinato a finire nel dimenticatoio? Con Greg probabilmente si, ma con il figlio di Stefano Morini forse no, dal momento che quest’ultimo lascia un proprio messaggio su twitter scrivendo: “Sei tu Matteo, il mio pene dell’anno”. Una dichiarazione, velata indiscrezione sul flirt della nuotatrice con il suo allenatore, che la manda di nuovo su tutte le furie e la induce a fare querela.

Quest’ultimo, comunque, attraverso un post pubblicato su facebook si scusa con tutti, dicendo di aver usato quell’espressione per aver visto suo padre attaccato. Pace fatta? Forse si, forse.

Loading...