La polizia polacca (EPA)

Lo stadio dovrebbe essere un punto di ritrovo, nel quale le persone chiacchierano prima della partita in questione, tifano la propria squadra del cuore, esultano, denigrano, imprecano quando l’occasione del proprio beniamino è stata fallita e colorano il settore a loro riservato. Il condizionale usato in precedenza, però, è d’obbligo quando si assistono a scene che con la gioia del mondo pallonaro non hanno niente a che vedere. In Polonia, infatti, durante un match di campionato della massima serie, tra Slaskiem Wroclaw e Zaglebie Lubin, un poliziotto ha pensato bene di “sparare” dello spray al peperoncino a un sostenitore che teneva una torcia luminosa in mano.

[youtube width=”700″ height=”400″]http://www.youtube.com/watch?v=3g7pUsCUmxg

L’effetto del gas, associato alla luce della stessa torcia, ha generato una sorta di fiamma che è andata a sbattere sul viso del povero sostenitore, costretto ad abbandonare in fretta e furia il proprio posto del settore riservato ai supporter della sua squadra. Certamente un avvenimento brutto da raccontare e da vedere, ma la prontezza del tifoso, scaltro a buttare immediatamente il candelotto, ha evitato il peggio.

Loading...