outodoorblog.it

Al Roland Garros è stato completato il terzo turno, nonostante il ritorno della pioggia. È arrivato un altro ritiro, stavolta a dare forfait è stato Tsonga per un problema all’adduttore.
In campo maschile comodi successi per Ferrer e Djokovic mentre Goffin è stato costretto al quinto set da Almagro e Berdych ha vinto in rimonta dopo aver perso il primo contro Cuevas. La sfida tra le due giovani promesse e probabili stelle del futuro ha visto prevaler Thiem su Zverev che oure aveva vinto il primo set.
Tra le donne, agevoli vittorie per la Bacsinsky, la Svitolina contro la Ivanovic, Serena Williams. Suarez Navarro e Venus, invece, hanno avuto bisogno del terzo set per battere la Cibulkova e la Cornet.
Uscita di scena l’ultima azzurra ancora in tabellone: la Knapp è stata battuta nettamente dalla kazaka Putintseva.

Thiem – Zverev 6-7,6-3,6-3

L’austriaco batte il tedesco per la terza volta.
Il primo set è avaro di emozioni anche se sul 5-5 Zverev annulla ben sei palle break di cui tre di fila grazie al servizio. Si arriva, così, al tie break, vinto da lui grazie a un ottimo avvio. Curiosamente i numeri sono a favore di Thiem che ha realizzato sei vincenti in più e commesso sette errori non forzati in meno.
Il secondo set si apre con un break per Dominic ma Alexander rimedia subito, agganciandolo sul 2-2 da 0-2. La svolta arriva, invece, nel sesto game quando Thiem si riprende il break e stavolta lo conferma, salendo 5-2. Percentuale molto alta per l’austriaco con la prima ( quasi il 90% di punti) e ottiene più del doppio dei vincenti con due gratuiti in meno.
Il terzo set si decide presto : nel quarto game arriva il break di Thiem grazie ad un errore di Zverev che si dispera, scaraventando la racchetta e beccandosi i meritati fischi del pubblico. Potrebbe rimediare sul 2-3 ma spreca la chance. Nel settimo game risale da 15-40 mentre nel game successivo ha altre due palle break ma le spreca ancora e nel game successivo Thiem si dimostra cinico, chiudendo con un altro break a zero. Nonostante l’esito, Alexander realizza lo stesso numero di vincenti e tre errori non forzati in meno.
Il momento clou dell’ultimo set arriva nel quarto game col break di Thiem che consolida il vantaggio portandosi sul 4-1 e annulla, poi, una palla break sul 5-2.
Complessivamente quasi venti vincenti in più per Thiem e sei gratuiti in meno.