donnarumma

È la notizia del giorno e non può che scatenare un polverone mediatico: Gigio Donnarumma ha deciso di non rinnovare il proprio contatto (in scadenza al termine della prossima stagione) con il Milan, rifiutando la proposta fatta dalla società rossonera di cinque milioni di euro all’anno (cifra esorbitante per un ragazzo di soli 18 anni).

Ora non ci resta che attendere le conseguenze di ciò: cosa decideranno di fare Fassone e Mirabelli, acquistare un altro portiere e cedere il ragazzo già quest’estate in modo da avere qualche entrata economica oppure privarsi di lui a parametro zero al termine della prossima annata? E lo stesso giocatore accetterà le maxi offerte del Real Madrid o della Juventus?

Una cosa è certa: Donnarumma dovrà accettare le tante critiche piovute dal web nel giro di queste ore. Forse è stato eccessivamente caricato di responsabilità a soli diciotto anni, ma i paragoni con le ultime bandiere del calcio mondiale, allevate in casa nostra, fioccano: dai casi di Baresi, Maldini e Costacurta, che mai hanno lasciato la casacca rossonera, fino all’interista Javier Zanetti, allo juventino Gigi Buffon (che ha scelto di restare in bianconero perfino in Serie B) al romanista Francesco Totti, ultimo esponente di un calcio che ormai non c’è più.

Ecco, dunque, alcuni degli imperdibili post rilasciati sul web che ironizzano sulla scelta di Donnarumma, quasi certamente influenzata dal suo spregiudicato procuratore Mino Raiola.