Advertisement

Gianmarco Pozzecco: genio e sregolatezza da sempre. Da quando quel parquet lo calpestava nel ruolo di playmaker illuminando con passaggi impossibili fino alla sua recente carriera da coach. Prima a Capo d’Orlando e adesso nella sua Varese. Proprio lì dove conquistò il suo unico titolo di campione della Serie A di Basket.

È senza ombra dubbio Pozzecco il protagonista assoluto di questa prima giornata. Prima sul campo, portando la sua Openjobmetis Varese alla vittoria sull’Acqua Vitasnella Cantù nel derby con un 93-84 con una superprova di Diawara autore di 28 punti, ma soprattutto a bordo campo nell’esultanza finale, di cui vi consigliamo di non perdere un solo minuto in questo video.

Spettaccolo del Poz anche in conferenza stampa dove si presenta con i capelli tagliati. Motivo? Aveva scommesso con i suoi giocatori: in caso di vittoria mi tagliate i capelli. Promessa mantenuta. Ecco il video.

Ma la Serie a di basket non è solo Pozzecco. Gli spunti per questa stagione sono tanti. C’è da trovare la rivale dell’Olimpia Milano. Bisogna trovare chi sarà in grado di rendere la vita difficile alla compagine di coach Banchi ed impedire la vittoria del secondo titolo consecutivo per l’EA7. Siena non c’è più, ma questa prima giornata ha confermato che Sassari, Roma, Pistoia, Reggio Emilia e Brindisi ci sono. Delle otto partecipanti ai play off 2013-2014 solo Cantù, escludendo Siena, ha perso.

I campioni di Italia dell’Olimpia Milano hanno vinto contro Cremona, in trasferta, per 61 a 68. È un’ EA7 che non brilla ancora ma grazie a Samuels, autore di 22 punti e 10 rimbalzi, e ad un rooster più ampio e di livello riesce a portare i primi due punti di questa stagione.

La Dinamo Banco di Sardegna vince e si conferma in campionato dopo la vittoria in Supercoppa proprio contro Milano. 89-68 per Sassari contro la Granarolo Bologna.
L’Enel Brindisi domina e stende Pesaro con un netto 92-56. Pesaro appare inesperta e forse con una roster troppo giovane e la squadra pugliese ne approfitta. Il divario è tanto e c’è spazio anche per Bulleri che ritrova il campo dopo il lungo infortunio.
Bene anche Pistoia che supera Capo D’Orlando per 74 a 71. Partita viva e combattuta punto a punto tra i toscani e i neopromossi siciliani. Per i toscani bene Johnson, Wiliams e Cinciarini.
Vittoria esterna di Venezia sul campo di Avellino. La Sidigas paga i numerosissimi errori dai liberi: solo 14 realizzati su 27.
Esordio positivo per Roma che supera, davanti ai propri tifosi, Caserta per 75-62. Mvp per Roma è Gibson.
La Grissin Bon Reggio Emilia vince ma soffre. La neopromossa Trento riesce a mettere in difficoltà la squadra emiliana che si presenta ai blocchi di partenza con molte ambizioni e una grande campagna acquisti ma esce sconfitta per 69-78.

Risultati della prima giornata:
Sassari-Bologna 89-76
Cremona-Milano 61-68
Brindisi-Pesaro 92-56
Avellino-Venezia 71-76
Capo D’Orlando-Pistoia 71-74
Roma-Caserta 75-62
Trento-Reggio Emilia 69-78
Varese-Cantù 93-84