Ieri sembrava che tutte le società di serie A fossero concordi nel dire sì alla richiesta del ct della nazionale, Antonio Conte, riguardo uno stage a inizio febbraio, ma oggi arriva un no pesante perché proveniente non da una società qualsiasi ma proprio da quella allenata fino allo scorso 15 luglio dal mister pugliese.

Si tratta, ovviamente, della Juventus che, attraverso il suo a.d. Beppe Marotta, ha fatto sapere in modo convinto e deciso la sua posizione :”I nostri calciatori sono già occupati su troppi fronti. Ci appelleremo al regolamento FIFA e diremo no a qualsiasi data!

Ricordiamo che la Federcalcio aveva individuato nei giorni 9-10-11 febbraio il periodo in cui svolgere lo stage. È probabile che il motivo principale del rifiuto della Juve sia davvero il calendario fitto di impegni e la paura che altri giocatori si possano infortunare. Inoltre non va sottovalutato che il rapporto tra la Juve e il suo ex allenatore si è via via logorato da quel 15 luglio, giorno della rottura improvvisa tra le due parti. Ulteriore conferma di questa teoria è che il ct Antonio Conte non ha ancora fatto visita a Vinovo mentre è già andato a trovare quasi tutte le altre squadre di serie A.

Loading...