Advertisement

Stefano Tacconi, n°1 storico della Juventus ha detto la sua sull’improvviso e inaspettato divorzio tra Antonio Conte e la Juventus: “E’ stato un fulmine a ciel sereno che francamente dopo giorni di ritiro non mi aspettavo“. Così Stefano Tacconi, ex portiere di Juventus e nazionale, ha commentato l’addio tra Antonio Conte e la formazione bianconera.

L’ex estremo difensore ha poi proseguito ai microfoni di Itasportpress.it: “Ai miei tempi era tutto diverso, i conti si facevano alla fine e non nel precampionato. Bisogna capire come è maturato questo divorzio inatteso e cosa si sono detti a giugno Agnelli e Conte. Non era mai capitato in passato che la Juve si trovasse senza allenatore a luglio, non è una bella situazione per un club importante come quello bianconero. Il successore? Mancini guadagna parecchio e credo che sarebbe come Conte, secondo me prenderanno un allenatore che si accontenta. Verrà un tecnico che non vuole tanto, che non parla e che subirà le decisioni della società. Conte in Nazionale? Assolutamente no“.