Un altro morto per un incidente nello sport. Dopo i recenti casi nel cricket con la stella australiana Phil Hughes e l’arbitro israeliano Hillel Oscar, colpiti dalla pallina da baseball, nella notte è stato il turno dell’atletico come scenario di un tragico evento.
Il malcapitato è un giudice di gara che stava presidiando al “Greg Page Invitational“, meeting indoor disputato alla Barton Hall della Cornell University di Ithaca, nello stato di New York, dove partecipano le rappresentative di college.

Il giudice, il 75enne Douglas Koban, è stato raggiunto e colpito fatalmente dal martello di 35 libbre (poco inferiore di 16 chilogrammi). Koban, durante il riscaldamento si trova all’interno della zona di gara quando l’attrezzo lo colpisce alla testa.
Soccorso nell’immediatezza da allenatori e dal personale medico di pronto intervento, il giudice è stato trasportato al Cayuga Medical Center.
È spirato l’indomani nonostante le cure.
L’ultimo precedente di incidente mortale, prima di questo che vi stiamo testimoniando, risaliva all’agosto 2012 quando Dieter Strack, anch’egli giudice 75enne, venne trafitto alla carotide da un giavellotto a un meeting giovanile a Dusseldorf, in Germania.
Quando si dice “gli scherzi del destino”. Stessa età e stesso contesto di gara. Ti sia lieve la terra. giudice Koban.

Loading...