Photo credits: fivb.com
Advertisement

Due vittorie su tre in questo primo weekend di World League per gli Azzurri di Gianlorenzo Blengini, che per l’occasione sperimenta il nuovo modulo con Ivan Zaytsev in banda e Luca Vettori in posto due. Lasciato a riposo in panchina Osmany Juantorena per via del solito fastidio alla spalla, al suo posto, in diagonale con Zaytsev, Filippo Lanza, che sembra essersi completamente ripreso dall’infortunio al ginocchio che l’aveva tenuto fermo nell’ultima fase del campionato. A completare il sestetto: in cabina di regia il solito Simone Giannelli, al centro il capitano Simone Buti opposto a Matteo Piano, mentre a sorvegliare la seconda linea ci pensa Massimo Colaci.
Partenza in sordina per Buti e compagni, che rimediano un secco 3-0 dai campioni d’Europa della Francia, senza la stella Earvin Ngapeth, al quale è stata concessa una pausa in vista delle Olimpiadi.
E’ la ricezione il fondamentale in cui gli uomini di Blengini incontrano maggiore difficoltà in questo match e non basta la buona prestazione di Zaytsev (12 punti) a contrastare la squadra francese, che trova in Tillie e Marechal i top scorers (13 punti a testa) e in Rossard una valida alternativa a Rouzier in posto due.
Nel secondo match contro il Belgio i problemi in ricezione persistono, ma gli Azzurri, trascinati da un ritrovato Luca Vettori (17 punti per lui), riescono a limitare i danni al minimo e a imporsi sull’avversario, che contribuisce alla buona riuscita della prova con numerosi errori, in tre set.
L’ultima partita è con i padroni di casa dell’Australia, orfani del loro capitano, nonché principale bocca da fuoco, Edgar, che assiste alla partita dalla tribuna causa infortunio. Nonostante le continue difficoltà in seconda linea, l’Italia si dimostra solida a muro con 8 muri punto in totale, di cui 5 di Enrico Cester, partito titolare in questo match al posto Matteo Piano e, grazie anche a una buona prova in attacco, riesce a chiudere il match 3 set a 0.
Un discreto bottino quello portato a casa dagli Azzurri questo finesettimana, ma se vorranno crescere in vista delle Olimpiadi, dovranno affinare al meglio tutti i fondamentali.
Roma attende con il suo solito calore la prossima tappa di questa World League 2016, tuttavia non sarà la suggestiva cornice del Foro Italico a ospitare le prossime gare, ma il Palalottomatica.
Nella tappa italiana dal 24 al 26 giugno l’Italia affronterà nuovamente Belgio e Australia, più gli Stati Uniti.